top of page

3 cose da non fare nel web

Per una corretta presenza digitale sui vari canali quali sito web, social networks, e-commerce,

ci sono degli errori da evitare, molto diffusi e comuni in cui anche inconsapevolmente si rischia di incorrere. Insieme ai miei clienti abbiamo avuto modo di individuarli e correggerli insieme.

Tu ne riconosci qualcuno?

Continua a leggere per scoprire quali sono i 3 errori sul web da evitare.

Cosa non fare nel web


1 - Essere incoerente

2 - Non conoscere il tuo pubblico di riferimento

3 - Improvvisare




1- Essere incoerente


Che significa essere incoerente sul web?

Dare un'immagine confusa di sé, che si realizza nell'avere più di un logo, nomi diversi nei vari profili social collegati al sito, non aver definito la palette grafica, avere indirizzo mail o numero di telefono incongruenti nei vari canali, scarsa qualità e/o cura dei contenuti pubblicati... sono alcuni esempi, tra i più comuni.


Quale effetto ne deriva?

Confusione e perplessità nel tuo cliente, che non sa chi sei e cosa proponi. Percezione di scarsa professionalità e cura nel presentarti e perciò sensazione di scarsa affidabilità.

La diffidenza sul web regna sovrana specialmente se si tratta di acquistare beni e servizi, perciò è fondamentale non minare l'autorevolezza del tuo brand, ma piuttosto ispirare fiducia nel tuo potenziale cliente attraverso ciò che puoi mostrare di te e della tua attività sul web. Inoltre inficerai l'indicizzazione da parte dei software di Google del tuo sito se non viene riscontrata coerenza nei dati!


Cosa posso fare?

Affidati ad un professionista che ti aiuti a definire la tua Brand Identity e a darne una corretta immagine su tutti i canali :)


2 - Non conoscere il tuo pubblico di riferimento


Che vuol dire conoscere il mio pubblico di riferimento?

Il web è un mare di opportunità e un oceano di

persone contenute al suo interno.


Un po' di numeri per darti un'idea:

In Italia

50 milioni di persone attive al giorno sul web

41 milioni di persone attive sui Social Media

Il 90% sceglie Google come motore di ricerca

il 52% naviga dal cellulare soprattutto fuori dall'orario lavorativo e a casa dopo le 20


il web

Il bacino di utenza è enorme e deve essere segmentato.

Se ad esempio il tuo business riguarda maggiormente un pubblico maschile, femminile o gender free, di quale fascia di età, di quale livello culturale, in che modo trascorre il tempo su internet e quali social frequenta risultano informazioni preziose da raccogliere per arrivare esattamente a chi è interessato a ciò che proponi e anche per creare i contenuti in linea con i gusti dei tuoi potenziali clienti.


Quale effetto ne deriva?

Rischi di perderti nell'immensità del web e di non arrivare a farti vedere da chi realmente è interessato a te con conseguente perdita di opportunità di business per la tua attività.


Cosa posso fare?

L'azione da compiere è farti realizzare una Ricerca di Mercato che possa darti tutte le informazioni che ti servono e iniziare a farti trovare dal tuo pubblico.



Idea
Per farti un'idea minima, ma concreta del potenziale delle ricerche di mercato visita Google Trends e vedi, confronta e prevedi i volumi di ricerca su determinate keywords di tuo interesse

3 - Improvvisare


Che intendi per improvvisare?

Decidere di punto in bianco di iniziare a condividere contenuti sui social o aprire una e-commerce può andare anche bene, ma solamente se alla base ci sono uno studio, un'analisi e una strategia.

Un social non può esistere senza un piano editoriale che abbia chiari gli obiettivi di business, progettazione del feed, messaggi da comunicare ai differenti segmenti di pubblico, materiale di qualità...

Un'e-commerce nell'era dell'informazione e dei "facciodame" presuppone un business plan, azioni di marketing, competenze tecniche che solo i professionisti di settore possono garantire.


Quale effetto ne deriva?

Un enorme spreco del tuo tempo in primis.

Il rischio è inoltre che tu abbia fatto, seppur minimi, investimenti su piattaforme, corsi, acquisto di immagini, campagne pubblicitarie... che andranno totalmente perduti poiché non produrranno risultati nel tempo.

Un flop sostanzialmente.


Cosa posso fare?

Una volta chiari gli obiettivi del tuo business sul web, analizzali con un professionista e pianifica con esso i vari step da compiere, azioni e investimenti.

La figura più adatta per la pianificazione strategica è lo Web Strategist appunto che saprà, nelle varie fasi indirizzarti verso la figura professionale opportuna per lo sviluppo digitale del progetto e sarà in grado di verificare con te i risultati ed apportare correzioni alle varie tattiche applicate alla strategia.



Se vuoi approfondire questo argomento in una call one-to-one











Post recenti

Mostra tutti
bottom of page